Mercatini di Natale Zurigo

I due anni a Milano di Claudia ci hanno permesso di vivere esperienze uniche e indimenticabili come la nostra giornata ai mercatini di Natale di Zurigo.
Molte agenzie organizzano pullman che partono da Milano la mattina presto e rientrano in serata a costi accessibilissimi e, anche se il pullman non è tra i mezzi che preferiamo, ne è davvero valsa la pena!
Nonostante fossero circa le 5:00 di mattino, la meraviglia del viaggio ha vinto sul sonno e la sosta vicino al valico del San Gottardo ci ha fatti tornare bambini. Saltellanti nella neve e coi nasi rossi all’insù per guardare le montagne.

In viaggio verso la Svizzera

In viaggio verso la Svizzera

Meraviglia strada..Zurigo si avvicina

Zurigo si avvicina

Panorama dal pullman

Panorama dal pullman

I due cuori (versione bimbi)

I due cuori (versione bimbi)

Non avevamo mai visto la Zurigo (da fieri terroni D.O.C.) dei mercatini di Natale,
ma l’entusiasmo e la magia dell’atmosfera erano vivi e chiarissimi sui visi di tutti e non potrebbe davvero
essere altrimenti.

Babbo in vetrina

Babbo in vetrina

Claudia innamorata

Claudia innamorata

Leggerete ovunque che Zurigo ospita il mercatino di Natale coperto più grande d’Europa,
che c’è un immenso albero di Natale decorato solo con swarovski,
che Zurigo è la città degli orologi e che sì, è bellissima.
Leggerete di un albero con dentro persone vestite da folletti che intonano cori di Natale riempiendo le strade solo con la loro voce.

Ingresso mercatino coperto

Ingresso mercatino coperto

Albero di Natale di swarovski

Albero di Natale di swarovski

Per le strade di Zurigo

Passeggiando per Zurigo

Uno dei mille orologi

Uno dei mille orologi

Eccone un altro!

Eccone un altro!

Folletti canterini

Folletti canterini

Ciò che non potrete leggere, però, è il profumo di vin brulé in tutte le stradine e del pane caldo in un minuscolo posticino, perfetto per il pranzo.
L’entusiasmo di voler fare una foto con Santa Claus e mettersi in coda tra i bambini perchè non si è mai grandi abbastanza per vederlo da vicino.
L’emozione dei primi fiocchetti di neve che scendono proprio mentre i folletti cominciano a cantare e il gelo
non lo senti più, un pò per una lacrimuccia, un pò per il vin brulé.
Meravigliosi segni sul cuore che meritano di essere respirati a pieni polmoni dagli amanti del Natale e anche dai piccoli Grinch che, anche se sbuffando e straparlando, non potranno che innamorarsi.

La neve e le bancarelle all'aperto

La neve e le bancarelle all’aperto

Il nostro pranzo

Il nostro pranzo

La nostra foto con Santa Claus

La nostra foto con Santa Claus

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.